Come vendere on line senza utilizzare AMAZON

Ho sempre sostenuto e consigliato a tutti i miei clienti che l’unico modo per poter sviluppare un modello di vendita on line profittevole e duraturo nel tempo è investire tanto nel proprio e-commerce, evitando di utilizzare i Marketplace come AMAZON.

Sembrerò folle, perché è indiscusso che vendere su AMAZON è sinonimo di “accelerazione della crescita delle vendite e dei fatturati”, oltre ad essere un sistema per far conoscere i propri prodotti ad un numero elevatissimo di clienti in tempi brevi.

Ma a che prezzo?
Il prezzo da pagare è annullare il proprio Brand, non avere dei clienti da poter fidelizzare, non riuscire a praticare nessuna politica differenziante per poter competere con la concorrenza, se non abbassando i prezzi e rinunciando agli utili.

Inoltre, con le sue politiche, AMAZON può, in qualsiasi momento, bloccare il tuo account e far morire in un secondo il tuo BUSINESS costruito in anni di duro lavoro.
Perché se hai usato sempre e solo AMAZON, nel momento in cui sei fuori da esso, non sei più nessuno, non hai una lista clienti e devi ricominciare tutto dall’inizio.

Ovviamente non sto dicendo di non vendere mai su AMAZON, bensì di farlo in maniera consapevole e soltanto se esso rappresenta una parte del proprio BUSINESS MODEL, limitandolo ad essere solamente uno dei tuoi canali di vendita e rendendolo perfettamente  funzionale al tuo funnel di marketing.

Ma non disperare, tantissime aziende vendono e guadagnano anche senza utilizzare solo ed esclusivamente AMAZON.

Oggi ti darò qualche consiglio e spunto per farlo, rilanciando in maniera corretta il tuo BUSINESS.

Prima di parlare delle cose da fare per differenziarti e competere con AMAZON, iniziamo ad indicare i requisiti fondamentali che deve avere il tuo e-commerce per poter quanto meno mettersi alla pari di questo colosso.

  1. Un sito gradevole graficamente, studiato in ogni minima parte nell’usabilità (con una versione ad hoc per mobile) e che si basi su una piattaforma tecnica professionale. Dal mio punto di vista o Magento o Prestashop (in quest’ordine). Diffida da sistemi proprietari scritti da programmatori senza esperienza di e-commerce o il wordpress con woocommerce che ti ha consigliato tuo cugino.
  2. Accordi con una logistica efficace, che possa garantirti la consegna della merce in 24 ore, la possibilità di consegna su appuntamento e consegna ai piani.
  3. Una politica di Reso, che permetta facilmente al cliente di rendere la merce acquistata in caso di errata taglia o errato acquisto.
  4. Un sistema di customare care, attivo almeno 10 ore al giorno, e che permetta di essere raggiunto sia telefonicamente, sia attraverso un sistema di chat on line (sia da sito che da facebook)

Dopo aver definito le attività minime necessarie da compiere prima di iniziare a vendere on line, ora vediamo i punti sui quali concentrarsi per poter differenziarsi e vendere anche senza utilizzare AMAZON:

  1. Definire minuziosamente il proprio Business Model.
  2. Scegliere accuratamente i prodotti da mettere in vendita, focalizzarsi e diventare leader della propria nicchia di mercato. La gente ti deve riconoscere come miglior esperto sui prodotti da te venduti. Devi arrivare al punto che la gente acquisti da te non per il prodotto, ma per la consulenza che tu saprai fornire relativamente ai prodotti venduti. Questo ti renderà unico, nessuno riuscirà a comparare il tuo prezzo e mai AMAZON, o chi per lui, potrà farti concorrenza nel tuo settore.
  3. Costruire un funnel di marketing, che ti permetta di acquisire costantemente nominativi di potenziali clienti (Prospect) da trasformare  prima in clienti e successivamente in Evangelist. Devi sforzarti a pensare qualsiasi attività che tu possa praticare per acquisire nominativi. Una lista di potenziali clienti ampia è la cosa che donerà vita eterna alla tua attività.
  4. Costruire un Mix promozionale vario e vincente. Devi utilizzare tutti i canali promozionali in target con i tuo clienti. Non devi focalizzarti sulla vendita: essa sarà solo una parte del tuo funnel di marketing. Devi ipotizzare diversi obbiettivi di conversione, utilizzare correttamente tutti i mezzi pubblicitari presenti sul mercato e farlo tenendo presente l’obbiettivo di conversione in cui quel mezzo ha più potenzialità (es. Email Marketing per Lead Generation, i comparatori prezzi per le vendite, Facebook per la Brand Awareness, Traffico e infine vendite ecc.)
  5. Fidelizza il tuo cliente. Questo è il punto critico, che se non fatto o fatto male trasformerà tutti i soldi spesi per tutti i punti precedenti in un costo e non in un investimento. Praticamente una volta automatizzato il processo di acquisizione clienti e gestione della lista contatti e del funnel di marketing, puoi concentrarti anche esclusivamente sulla fidelizzazione dei tuoi clienti in modo da donare vita eterna al tuo business, non preoccuparti mai più di AMAZON o di ridurre sempre di più l’impatto dei costi di marketing in proporzione al tuo fatturato.

Lo so che non è semplice, ma è l’unico modo per creare un business on line duraturo e profittevole.

Se sei interessato all’argomento e intendi approfondirlo lascia un commento o contattami in privato: sarò lieto di rispondere a tutte le tue domande.

Post correlati

Lascia un commento

Your email address will not be published.